Amici della Luce

Chi siamo e che cosa abbiamo fatto

CHI SIAMO


Siamo persone che conoscono le diverse forme di gioia e di sofferenza perché incontrate durante le esperienze di volontariato maturate negli anni, o perché vissute in prima persona.

Siamo persone che hanno scoperto che il desiderio di essere sostegno nelle situazioni di disagio e quindi di aiutare, di amare era forte, vivo … era condiviso.

Siamo persone che hanno capito che il Signore ha dato a tutti una missione nel suo progetto di salvezza e quindi ha risposto eccomi davanti a tante ingiustizie inspiegabili.

Come suoi strumenti siamo convinti che è importante sia unire in un abbraccio chi soffre, chi ha bisogno di conforto sia offrire un’opportunità a chi è nella gioia e ha del tempo e un qualunque talento da mettere a disposizione di non lasciarlo nascosto. L’ozio in amore non è contemplato.

L’Associazione è stata registrata il 9 febbraio 2012 e da quella data è sempre stata operativa; ad oggi abbiamo aiutato coloro che:

  • vivono situazioni di disagio;
  • si trovano in situazioni di malattia o di sofferenze fisiche;
  • vogliono essere ascoltati;
  • sono emarginati perché ritenuti diversi;
  • desiderano sapere, conoscere, essere informate senza condizionamenti per poter indirizzare le proprie scelte.

Il nostro mandato prevede anche attività di volontariato presso altre Associazioni. Operiamo a livello nazionale con particolare attenzione al territorio di Monterotondo (Roma) e ai comuni della valle del Tevere situati a nord est di Roma.

I primi interventi effettuati dall'AssociazioneCHE COSA ABBIAMO FATTO.


Ancor prima della nascita ufficiale dell'Associazione "Amici della Luce" i soci hanno iniziato ad operare rispondendo alle piccole emergenze che si presentavano. Grazie al loro impegno si sono concretizzate nel 2012 le prime iniziative che rispondevano allo spirito e alle finalità dell’Associazione come per esempio:

  • la raccolta di fondi per favorire il ricongiungimento in Italia di una famiglia proveniente dal Kosovo, garantendo per il primo periodo un aiuto economico per l’acquisto delle medicine necessario alle cure del figlio affetto da "spina bifida" e per la spesa;
  • la raccolta di fondi per aiutare una famiglia rimasta senza reddito per il sostentamento e l’affitto e il suo inserimento presso strutture quale Caritas, Taddeide;
  • la raccolta di abiti, carrozzine, lettini, coperte e altri materiali utili da distribuire a famiglie in condizioni di vera necessità;
  • le raccolte di generi alimentari e la loro distribuzione a chi non può fare la spesa;
  • la valutazione delle situazioni più critiche e la loro segnalazione alle Associazioni/Strutture più idonee per gestire lo specifico disagio;
  • l'aiuto economico per consentire il completamento degli studi ad una studentessa ospite di una struttura religiosa;
  • l'organizzazione di seminari a scopo informativo e di prevenzione soprattutto verso i giovani, in collaborazione con la Parrocchia di Gesù Operaio a Monterotondo;
  • la presentazione e vendita di libri che fanno bene alla crescita dell’anima in qualità di volontari dell’Associazione ‘La Mangiatoia di Gesù Bambino’ a Roma.


Per maggiori dettagli e per conoscere meglio come sono state impiegate le entrate dell'Associazione si rimanda ai rendiconti economico-finanziari approvati fino ad oggi:

Per l'anno 2017: "Bilancio Sociale 2017".

Per l'anno 2016: "Bilancio Sociale 2016".

Per l'anno 2015: "Bilancio Sociale 2015".

Per l'anno 2014: "Bilancio Sociale 2014".

Per l'anno 2013: "Bilancio Sociale 2013".

Per l'anno 2012: "Bilancio Sociale 2012".